Art

Al via miart!

Posted on
al via miart!

Ha inaugurato miart 2016, la 21° edizione della fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano. Dall’8 al 10 aprile i padiglioni di fieramilanocity accolgono 154 gallerie internazionali provenienti da 16 paesi.
Tra le maggiori novità di quest’anno spicca la sezione Decades, che propone un percorso lungo il 20° secolo, tracciando un racconto che enfatizza le due anime che definiscono miart – quella legata all’arte moderna e quella legata all’arte contemporanea. Decades si aggiunge alle quattro sezioni che caratterizzano miart dal 2013: Established, che si suddivide a sua volta nelle sottosezioni Master, per le gallerie che propongono artisti storicizzati e Contemporary, dedicata alle gallerie specializzate nel contemporaneo; Emergent, dedicata alla ricerca delle giovani generazioni, di cui 11 straniere; THENnow, mette in dialogo un artista storico ed uno appartenente a una generazione più recente; e infine Object, dedicata a una selezione di 14 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte.

al via miart

Nel segno della continuità con le tre precedenti edizioni, un nuovo ciclo di miartalks accompagna le tre giornate di apertura al pubblico della fiera. Realizzato in collaborazione con In Between Art Film, miartalks è una piattaforma di conferenze, conversazioni e interviste che coinvolgono più di 40 personalità internazionali di primo piano tra curatori, artisti, direttori di musei e di festival di cinema, collezionisti, film-maker, coreografi e produttori.
Un miart più ricco che mai quindi…per maggiori informazioni visitate il sito di miart.

al via miart

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *