Design

Arcadia porta per il Fuorisalone il Castello di Hollenegg

Posted on

Nell’immaginario collettivo Arcadia è un’utopia, una terra mitologica fondata da Arcade, dove prevale l’armonia assoluta. Un’esperienza che ha provato anche la designer Sara Ricciardi quando, invitata da Schloss Hollenegg for Design, ha visitato per la prima volta il sontuoso castello di Hollenegg in Austria, trasformato dai proprietari in una sorta di oasi di serenità e bellezza. La sua riflessione sul concetto di heritage che il luogo trasmette l’ha portata a elaborare una nuova attitudine verso quell’eredità familiare, talvolta scomoda o impegnativa, che tutti ricevono in dono, senza neppure sceglierla e magari anche subendola. La sua installazione vuole quindi suggerire come si può cambiare la situazione, assumendo un atteggiamento positivo, più leggero e ludico, decidendo così di giocare con il legacy come se fosse un’enorme palla gonfiabile che riassume sulla sua superficie tutti i codici estetici di un antico castello. Un nuovo sguardo che coinvolge completamente il visitatore di questa installazione curata da Alice Stori Lichtenstein, premessa alla mostra “Legacy” che si terrà dal 4 al 7 maggio 2018 nel castello di Hollenegg, aperto per la prima volta al design contemporaneo. Questo permetterà a diciannove designer di confrontarsi con ambienti e oggetti antichi, mentre il pubblico potrà visitare stanze mai mostrate fino ad allora.
Completano l’installazione di Sara Ricciardi le Tappezzerie Druetta e le decorazioni di Lunosa. Un esercizio con il passato, per guardare direttamente al futuro.

 

Arcadia_ph Delfino Sisto Legnani_04_small
 

(photo Delfino Sisto Legnani)
Arcadia by Sara Ricciardi – Via Cesare Correnti, 14 – 17-22 aprile: 10.00-19.00
www.schlosshollenegg.at
 

Arcadia_ph Delfino Sisto Legnani_02_small

Related Post

Alessandra Albarello

Come ogni sagittario ho un’anima nomade, anzi randagia. Giornalista freelance e scrittrice, amo le sfide che affronto con coraggio e un po’ di incoscienza. Scrivo di molte cose, facendomi guidare dalla curiosità e dalle mie molteplici passioni. Mi piace raccontare storie e proporre visioni. La mia frase preferita è “Diventate ciò che volete diventare” (Nansen Osho).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *