Architecture

Archiflop. Storie di progetti finiti male

Posted on
Wonderland, Cina. © Darmon Richter

Città fantasma, ecomostri, stazioni che non hanno mai visto passeggeri. Tutti progetti bellissimi sulla carta ma falliti nella vita reale.
Fallimenti dalle cause più disparate da quelle economiche – Pensavamo di diventare ricchissimi – a quelle estetiche – Pensavamo piacesse – o legate al troppo ottimismo sulla carta – Pensavamo di essere tantissimi.

Sono Archiflop, storie di fallimenti in giro per il mondo raccontati dall’architetto Alessandro Biamonti, Professore Associato presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Racconti ed immagini che voglio far riflettere non tanto sugli errori architettonici quanto sia impossibile progettare anche il successo di un progetto.

Principato di Sealand, Gran Bretagna. © Simon Fowler
Principato di Sealand, Gran Bretagna. © Simon Fowler

La storia dell’uomo si è dunque costruita su strati di macerie e di fallimenti, ruderi con cui abbiamo da sempre convissuto. Nonostante la nostra familiarità con questi paesaggi in rovina, non è ancora completamente diffusa l’accettazione del fatto che le cose, le persone, i pensieri possano a un certo punto risultare inadeguati, e che proprio questo sia spesso l’agente attivatore di qualcosa di nuovo. Forse questo ha a che vedere con l’idea che la teoria dell’evoluzione darwiniana preveda che la specie inadeguata scompaia, mentre meno cruento è il destino per l’agire degli esseri umani, che ai fallimenti possono sopravvivere e, anzi, uscirne fortificati e pronti per affrontare nuove sfide” sostiene l’architetto Alessandro Biamonti.

 

Gibellina Nuova, Trapani. © Giorgia Canino
Gibellina Nuova, Trapani. © Giorgia Canino

Insomma una guida architettonica ma anche guida di viaggio per gli urban explorer dove si ha modo di conoscere realtà come la centrale nucleare Crymska, in Crimea, entrata nel Guinness dei primati come il reattore nucleare più costoso al mondo e mai terminato o come Gibellina, distrutta dal terremoto e ricostruita ex-novo e oggi città deserta abitata solo da mastodontiche opere d’arte.
Non poteva mancare il capitolo sull’Adesso ci pensiamo noi!, dedicato ad un progetto che in potenza potrebbe fallire oppure no dedicato ad un caso importante di abbandono italiano, la torre Galfa di Milano, edificio spettrale in disuso dal 2006, per la quale viene proposta un cambiamento di funzione in parco urbano verticale.

Un invito a riflettere su come sia impossibile, per un progetto, progettare il proprio futuro.

 Kazantip, Crimea. © Alexander Zaitsev
Kazantip, Crimea. © Alexander Zaitsev

Archiflop. Storie di progetti finiti male
Autore: Biamonti Alessandro
Editore: 24 ORE Cultura
Pagine: 192

Annalisa Guerisoli
Instagram addicted, appassionata di luoghi abbandonati, mi cibo di viaggi e di nutella. Astenersi fan dell’uncinetto e del cucito.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *