Art

Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce

Posted on
Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce

Le Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo presentano, nella sede di Piazza Scala, una magnifica mostra dedicata a due grandi artisti italiani del ‘700: Antonio Canal, detto “il Canaletto” e suo nipote Bernardo Bellotto.
L’esposizione – intitolata Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce – è aperta al pubblico dal 25 novembre al 5 marzo 2017, ed è organizzata da Intesa Sanpaolo con la curatela di Bożena Anna Kowalczyk e il coordinamento di Gianfranco Brunelli, e si avvale della collaborazione di prestigiose istituzioni private e musei pubblici nazionali e internazionali. La mostra offre un’occasione più unica che rara di vedere alcuni capolavori esposti al pubblico per la prima volta.

Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce

Con 100 opere, tra dipinti, disegni e incisioni, il percorso espositivo offre un’ampia panoramica – suddivisa per tematiche – di uno dei più affascinanti episodi della pittura europea: il vedutismo veneziano. Canaletto e Bellotto portano questo genere artistico ai massimi livelli.
Nonostante le molte le differenze fra i due artisti, il percorso espositivo apre un dialogo tra di loro, mettendo in rilievo gli interessi più importanti di Bellotto a confronto con quelli di Canaletto. Mentre quest’ultimo si impose sul teatro europeo, Bellotto ne comprese i segreti della tecnica per poi sviluppare il proprio originale contributo. L’allievo avrà superato il Maestro? A voi la risposta.
Per maggiori informazioni visitate il sito delle Gallerie d’Italia.

Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *