Design

Chinese Porcelain è il colore dell’anno 2020

Posted on

Le nostre vite sono sempre più caotiche, complesse e connesse e abbiamo bisogno di ritrovare la semplicità e l’autenticità in ciò che ci circonda. La tonalità che incarna questo moderno contesto culturale è, secondo il team di esperti del colore PPG, il Chinese Porcelain, scelto come colore dell’anno 2020.

Il blu: ponte tra certezza e infinito

Il blu ha una doppia anima: da un lato infonde calma e crea un’atmosfera meditativa, dall’altro contiene qualcosa di promettente, che richiama l’infinito del mare e del cielo infondendo speranza.  

Ecco ciò che è emerso dalla ricerca “Gli stili emotivi dell’abitare”, condotta da Sigma Coatings, brand di PPG Univer, una delle realtà italiane più all’avanguardia nell’ambito delle pitture per edilizia con una distintiva specializzazione nel mondo del colore. Il 37% degli italiani sceglie il blu come colore preferito tra quelli primari, definendolo solido, ma allo stesso tempo profondo; un colore che dà benessere mentale e fa pensare a cose grandi. In particolare, il richiamo a elementi naturali come il cielo e il mare, infondono un senso di curiosità e voglia di scoperta. Un colore elegante e senza tempo.

La ricerca scatta una fotografia dei “tipi psicologici” della popolazione italiana tratteggiando un panorama ricco di sfumature e differenze. Il 34% degli italiani rivela un profilo tipologico in cui domina il pensiero, tipico di chi si affida a logica e ragionamento, in modo obiettivo e distaccato. Nel 29% degli intervistati, è invece la sensazione la funzione dominante; caratteristica che porta ad essere attratti dall’esperienza concreta e ad aggrapparsi ai dati reali del presente. Il sentimento prevale nel 24% degli italiani; individui che si lasciano coinvolgere con ciò che li circonda, che valutano ciò che provano e sono attenti alla relazione con gli altri. Solo nel 13% degli intervistati prevale l’intuizione, ossia uno spirito dinamico, attratto dal futuro.

I diversi profili tipologici mostrano preferenze cromatiche marcate e specifiche. I tipi in cui domina il pensiero hanno una predilezione per le varie sfumature di blu (21%), con azzurro, celeste, blu elettrico e blu Cina; i tipi più sentimentali, invece, amano le gradazioni del rosso (23%), tra cui compaiono arancione, bordeaux e rosa; in chi prevale l’intuizione è il giallo ad avere la meglio (14%), mentre la gamma di verde (12%) con muschio e turchese domina nei tipi in cui la funzione dominante è la sensazione.

Blue is flow and flow is blue

Le nostre vite sono impregnate dalla bellezza e dall’infinito che il blu evoca, valori che si inseriscono in quello che PPG chiama Flow, flusso. Di fronte alle grandi sfide di un mondo in continuo mutamento, non ci si può più tirare indietro ma è necessario entrare nel Flow of life, ossia lasciare spazio all’integrazione e alla relazione umana.

In questa visione, PPG individua tre trend per il 2020: “on the move”, “at the core” e “in the know”, che raccontano tre modi diversi di trovare un equilibrio in una realtà in continua mutazione e che si traducono in tre diverse palette di colore. “On the move” è dedicato alla creatività, a chi è sicuro di sé e ama essere sincero; a chi, pieno di immaginazione, ama i colori e non teme di combinarli in modi inaspettati. “At the core”, invece, mette l’accento sull’equilibrio e la sostenibilità. Si rivolge a chi ricerca benessere e comodità, proponendo tonalità confortanti, spesso mezzi-toni, che richiamano la natura. La conoscenza, invece, è il focus del terzo trend, “in the know”, che pone l’accento sull’innovazione e sul futuro, dando spazio a chi entusiasta vuole contribuire alla sua costruzione e al cambiamento in atto. La palette di colori dà voce alla convergenza tra tecnologia ed elementi della terra; per questo combina colori crudi e grezzi a tonalità più calde e naturali.

Paola Ferrario

Paola Ferrario

Desperate mother di una biondina e di un ricciolino, schizzo da una parte all'altra di Milano in sella alla mia super bicicletta. Quando scendo scrivo, nuoto, leggo, viaggio, porto a spasso la mia cagnolona, coccolo il mio gatto e nutro la mia tartaruga (che poi è un maschio). Ho due sogni nel cassetto: intervistare Isabel Allende e scrivere un libro. Prima o poi li realizzerò, nel frattempo faccio la giornalista e la blogger.

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *