Architecture

Comʼè bella la città, la grande installazione a scala urbana firmata Antonio Marras

Posted on

In occasione delle settimane milanesi dellʼArte e del Design 2018, il Cantiere-evento del
Teatro Lirico di Milano presenta in via Larga una grande installazione a scala urbana firmata dallo stilista e artista Antonio Marras.

Unʼopera di oltre 500 mq che riveste i ponteggi che coprono la facciata del Teatro Lirico, attualmente in fase di restauro; unʼimponente composizione di colori, forme, disegni, stoffe e tessuti voluta dalla Fondazione Gianfranco Dioguardi, dallʼimpresa Garibaldi-Fragasso, dal Comune di Milano, da A.A.M. Architettura Arte Moderna e realizzata grazie al sostegno di A2A S.p.A. e Fondazione AEM per accompagnare i lavori di recupero del teatro in attesa della sua prossima riconsegna alla città.

Photo Nicola Bortoli
Photo Nicola Bortoli

Lʼinstallazione, disegnata e composta da Antonio Marras (in collaborazione con Marco Velli, Laboratorio Ilce Italia e Printable), ritrae tre grandi figure istrioniche e farsesche idealmente affacciate sulla ribalta di un palcoscenico urbano; tre personaggi teatrali pensati come omaggio al teatro stesso, alle sue rappresentazioni e alla commedia dellʼarte.
La scelta di intitolare lʼopera “Comʼè bella la città” è motivata dalla volontà di rendere omaggio a Giorgio Gaber nella ricorrenza del quindicesimo anniversario della sua scomparsa e si giustifica anche con lʼimminente intitolazione del Teatro Lirico a suo nome in ricordo dei numerosissimi spettacoli presentati dallʼartista in questo luogo.

Lʼiniziativa, curata da Francesco Maggiore, è promossa nellʼambito del programma “Cantiere-evento”, lʼinnovativo esperimento ideato dalla Fondazione Gianfranco Dioguardi nellʼambito dellʼedilizia urbana, con il sostegno dellʼImpresa Garibaldi-Fragasso e la collaborazione del Comune di Milano, di A.A.M. Architettura Arte Moderna e del network Edilportale.com.

Lʼesperimento sul Teatro Lirico nasce anche per elaborare un più vasto programma di “Cantieri-evento” per la rigenerazione delle periferie urbane; un processo, quello del «cantiere evento» in corso anche in Francia e destinato a essere istituzionalizzato negli appalti comunali nelle periferie per un coinvolgimento dei giovani e delle loro famiglie in una partecipazione consapevole dei cittadini per un nuovo sviluppo qualitativo urbano.

Lʼinstallazione “Comʼè bella la città” sarà visibile a partire dal 12 aprile fino al 30 giugno 2018 e sarà valorizzata anche nelle ore serale e notturne con una illuminazione appositamente realizzata dalle società Revoled e Secsun della famiglia Maggi.

Photo Lorenzo Bacci
Photo Lorenzo Bacci
Annalisa Guerisoli

Instagram addicted, appassionata di luoghi abbandonati, mi cibo di viaggi e di nutella. Astenersi fan dell’uncinetto e del cucito.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *