Art

I dubbi di Carsten Höller

Posted on
Courtesy dell’artista e Pirelli HangarBicocca, Milano. Foto: © Attilio Maranzano

Si forma come fitopatologista, ha un dottorato in scienza dell’agricoltura ed è specializzato in ecologia chimica: questa è la formazione di Carsten Höller, l’artista che sta rivoluzionando gli spazi del Pirelli HangarBicocca.
Dal 7 aprile al 31 luglio le navate dell’Hangar ospitano Doubt, la mostra dell’artista/scienziato tedesco che dagli anni ’90 stupisce il suo pubblico con installazioni allucinanti, capaci di insinuare “dubbi” nel visitatore, dando vita a nuove possibili interpretazioni del reale. La pratica di Höller è fondata sulla ricerca di nuovi modi di abitare il mondo in cui viviamo e richiede la partecipazione sensoriale del pubblico: sono i visitatori a poter scegliere come affrontare la mostra e quale percorso intraprendere.
L’esposizione, a cura di Vicente Todolí, si espande attraverso due percorsi speculari e paralleli, sviluppa un viaggio tra simmetria, duplicazione e ribaltamento ed ospita grandi installazioni, video e fotografie che giocano con lo spazio espositivo e con le opere già presenti nel museo.

I dubbi di Carsten Höller
Courtesy dell’artista e Pirelli HangarBicocca, Milano. Foto: © Attilio Maranzano

Doubt presenta oltre venti opere collocate sull’asse centrale dello spazio, in modo da creare un muro divisorio che permette di vedere le opere solo a metà. Il percorso espositivo alterna lavori che rimandano ad esperimenti ottici con i quali l’artista invita il pubblico a vedere il mondo capovolto, a quelli legati a una dimensione ludica con le quali si può sperimentare la sensazione del volo o provare sentimenti di euforia e stupore.
Le installazioni possono essere davvero invasive, per questo motivo è sconsigliabile la visita a persone che soffrano di patologie tra cui sindromi vertiginose, attacchi di panico, acrofobia e kenofobia. Siete curiosi di sapere di cosa si tratta? Allora toglietevi ogni dubbio e volate all’HangarBicocca.

Courtesy dell’artista e Pirelli HangarBicocca, Milano. Foto: © Attilio Maranzano
Courtesy dell’artista e Pirelli HangarBicocca, Milano. Foto: © Attilio Maranzano
Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *