Socials

Ettore Sottsass- There is a Planet

Posted on
© Gianluca Di Ioia

In occasione del centenario della nascita di Ettore Sottsass (Innsbruck 1917 – Milano 2007), Triennale Design Museum presenta una mostra monografica a lui dedicata, che segue di pari passo i campi coinvolti nella sua poliedrica attività: architettura, disegno, design, fotografia, pittura, arredo, scultura, produzione di vetro e ceramica, attività editoriale.
Negli spazi della Galleria della Architettura, dal 15 settembre all’11 marzo 2018, è aperta al pubblico la mostra Ettore Sottsass – There is a Planet. L’esposizione, curata da Barbara Radice e diretta da Silvana Annicchiarico, accoglie un allestimento progettato da Michele De Lucchi e Christoph Radl.
Dopo un attento studio dei volumi d’archivio che accolgono gli scritti di Sottsass, sono emersi 9 temi, che sono stati indagati attraverso altrettante stanze che compongono la mostra. Questi temi sono:
Per qualcuno può essere lo spazio
Il disegno magico
Memorie di panna montata
Il disegno politico
Le strutture tremano
Barbaric design
Lo spazio reale
Vorrei sapere perché…
Questi nomi si riferiscono a titoli di scritti, a nomi di oggetti o a titoli di opere, che sono stati utilizzati come perno attorno ai quali è stata analizzata la complessità dell’opera di Sottsass.
Queste nove sale sono unite da un corridoio tappezzato di fotografie, scattate durante i suoi viaggi, che contengono foto di architetture, di case, di persone, di situazioni particolari che lo hanno colpito, tutte unite da un unico filo rosso: la presenza dell’uomo sul pianeta.

© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia

© Gianluca Di Ioia
© Gianluca Di Ioia
Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *