Socials

Foodies Challenge 2019

Posted on

Foodies Challenge, la sfida alla ricerca delle nuove “forme” del cibo riparte.
Il 9 Ottobre, è stata presentata la nuova edizione del contest biennale. Progettare a più mani, arricchendosi del sapere degli altri è stimolante e consente di raggiungere nuovi traguardi. Questo è il Foodies’ Challenge, una sfida sulla creatività.
I professionisti di alta cucina, design, architettura, arte, uniti per creare nuovi progetti di cibo e raccontarli con le arti visive. I video sono lo strumento scelto per mostrare al pubblico, lo spettacolo del percorso collegiale, da cui nasce il piatto. Ben 43 sono i progetti realizzati nelle 2 edizioni: tutti i video sono visibili su www.foodieschallenge.it.


La sfida 2019 riparte da un tagliere. Questa volta alta cucina e progettisti lavorano per la sostenibilità, promuovendo l’utilizzo del legno alpino abbattuto dal maltempo. I team hanno ricevuto il tagliere realizzato con il legno di schianto raccolto in Val di Fiemme e sono pronti ad iniziare il racconto dei territori sostenibili del nostro paese, aprendo al “tagliere” nuove frontiere.
Fronteggiare i cambiamenti climatici, accomuna l’intero paese, impone cambi di colture, trasformazioni negli allevamenti, nelle produzioni e negli stili di vita. Sostenere le zone alpine che hanno subito un danno così rilevante, salvaguardando il valore economico del prezioso legname, è un esercizio di cultura del valore che stiamo custodendo, la creatività può essere un prezioso aiuto.
Durante la serata è stata presentata la linea di cosmetici Rise realizzata con estratti di abete rosso, la quale sostiene progetti di ripiantumazione in Val di Fiemme.

Cristina Bigliatti

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *