Architecture

Il futuro delle città

Posted on
Il futuro delle città

Ha aperto al pubblico la mostra dedicata all’architetto comasco ed autore del Manifesto dell’architettura futurista, Antonio Sant’Elia. La mostra vuole essere occasione per allargare la conoscenza di Sant’Elia ad un pubblico più vasto di quello degli specialisti dell’architettura. Per la prima volta a Milano vengono esposti 40 disegni originali, provenienti dalla Pinacoteca di Como e da collezioni private e relativi alla Città Nuova, progetto di una grande città del futuro cominciato nel 1914.
La mostra organizzata presso la Triennale di Milano, ideata da Alessandra Coppa, Maria Mimmo e Valentina Minosi, ripercorre la breve vicenda umana e professionale di Sant’Elia articolandosi in tre sezioni: la prima, a cura di Ornella Selvafolta, è dedicata al contesto della formazione del giovane architetto; la seconda, a cura di Alberto Longatti, dà corpo alla sua idea di città; la terza sezione, a cura di Fulvio Irace e Matteo Agnoletto, apre invece all’eredità diretta e indiretta della produzione di Sant’Elia nell’immaginario urbano del XX secolo e sui nuovi scenari del XXI.

Photo credit by Gianluca di Ioia
Photo credit by Gianluca di Ioia

Ad un secolo dalla sua morte, l’opera di Antonio Sant’Elia si conferma ancora fonte inesauribile di ispirazione. L’esposizione si chiude con un’installazione totem di Alessandro Mendini, ultimo ed esplicito omaggio al maestro comasco.
La mostra di Triennale ha inoltre un prologo nella mostra allestita a Como presso la Pinacoteca Civica dal titolo Antonio Sant’Elia. All’origine del progetto (25 novembre 2016 – 26 febbraio 2017). Si tratta a tutti gli effetti di una sezione zero che introduce alla ricerca di Sant’Elia. Le celebrazioni del centenario hanno un altro momento significativo nel convegno internazionale dal titolo Antonio Sant’Elia e l’architettura del suo tempo, promosso dall’Università di Firenze e dall’Ordine degli Architetti di Firenze, che si terrà nel capoluogo toscano il 2 e 3 dicembre 2016. Per maggiori informazioni, visitate il sito di Triennale di Milano.

Photo credit by Gianluca di Ioia
Photo credit by Gianluca di Ioia
Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *