Architecture

Una guest house di classe

Posted on
Una guest house di classe

Rispondendo alla sempre maggiore richiesta di strutture ricettive di dimensioni contenute, diverse dagli hotel tradizionali, prende vita un progetto di restauro, progettazione ed interior design, di una palazzina milanese dei primi del Novecento. L’intervento architettonico, realizzato dall’Arch. Nicola Gisonda, si è sviluppato attraverso una radicale ristrutturazione, che ha trasformato una struttura residenziale in una guest house composta da: sei camere, un’area living comune attrezzata con cucina ed un giardino con dehor. L’intero progetto vuole esprimere un’idea di struttura ricettiva di lusso, ma più vicina al concetto di “residenza”, dove gli spazi incontrano le esigenze degli ospiti.

Una guest house di classe

Il tema del progetto si basa sulla scelta dei colori e dei materiali, volutamente inseriti in un continuo gioco di contrasti ma allo stesso tempo di continuità: ogni camera, infatti, è caratterizzata da un colore e le tonalità selezionate variano da nuance pastello, sino ad approdare a colori più caldi ed avvolgenti.
La maggior parte degli arredi presenti sono stati disegnati su misura per la struttura dall’Arch. Nicola Gisonda. Le soluzioni adottate in tutto il progetto sono volte ad ottenere ambienti funzionali e completi di ogni comfort; spazi che evocano al pubblico la sensazione di sentirsi “come a casa”. Con questo progetto si ridona linfa ad una palazzina milanese inserita in un quartiere costruito seguendo la concezione degli english village anni Venti; non solo semplice struttura ricettiva ma guest house di classe.

Una guest house di classe

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *