Architecture

HAFENCITY – HAMBURG

Posted on
foto 2
Il quartiere HafenCity di Amburgo e’ la zona di trasformazione urbana più grande d’Europa. Tra la città vecchia e il porto un’intera area dismessa e’ stata oggetto di un progetto urbanistico strutturato.
Il suolo e’ di proprietà pubblica e la progettazione delle nuove costruzioni, affidate a studi diversi, e’ vincolata al rispetto di parametri precisi sia in termini dimensionali, sia funzionali.
Le architetture sono interessanti singolarmente  ma ciò che più conta e’ che appaiono inserite in un piano coordinato.
HafenCity - Platform Blog
Per evitare l’effetto di svuotamento notturno e di ghettizzazione, sono compresenti, secondo parametri pianificati, quote di residenza accanto agli uffici, edilizia convenzionata come di lusso.
Ogni dettaglio urbano e’ curato e gli spazi esterni sono attrezzati, predisposti per la sosta. Sono previsti spazi di gioco progettati dai bambini stessi e realizzati con materiali durevoli.
Nuovi percorsi con ponti integrano i canali nel collegamento tra la parte storica e il porto e rendono fruibili spazi che erano stati inutilizzati in passato e che assumono ora il carattere di vera città.
HafenCity - Platform Blog
In Germania si assiste ad un processo di nuovo inurbamento conseguente all’aumento della durata della vita e al desiderio delle persone di avere sempre più a portata di mano servizi pubblici e sanitari, opportunità di vita sociale e culturale, riducendo di conseguenza i costi dei trasporti per i mezzi privati, dei consumi di gestione per l’abitazione, dell’inquinamento.
Le città si attrezzano per offrire vantaggi ai nuovi residenti.
Progettare la qualità urbana e’ possibile se chi ha la responsabilità delle scelte pubbliche e’ competente in materia e segue obiettivi chiari.
HafenCity - Platform Blog

 

Luisa Bocchietto
Architetto sempre, presidente qualche volta, designer e art director, tutor senza fissa dimora, curatore di mostre e cataloghi, direttore editoriale di PLATFORM rivista di architettura e design

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *