Architecture

Il cuore pulsante di Bangkok

Posted on

L’hotel Rosewood Bangkok, situato proprio nel cuore del principale quartiere d’affari e di boutique della città, rappresenta una nuova espressione di hospitality extralusso e un punto di riferimento per la capitale tailandese. Una silhouette alta 30 piani, progettata dal team Kohn Pederson Fox Associates (KPF) in collaborazione con lo studio Tandem Architects in qualità di Executive Architect, che si aggiunge allo skyline di Bangkok e che si fonde perfettamente nel contesto architettonico urbano contemporaneo.
L’hotel, composto da 159 tra suite e monolocali con piscine private, rooftop bar, quattro lussuosi ristoranti, padiglioni, sale conferenze, spa, studio fitness, espone opere di artisti tailandesi in un’atmosfera moderna, caratterizzata da accenti tropicali di legni pregiati e trame ispirate al rattan, in una palette di colori rilassanti e neutri.

Oltre alle spettacolari facciate in vetro e alla straordinaria architettura, i giochi d’acqua all’interno dell’hotel sono un omaggio alla città: l’elemento dell’acqua è un tema che pervade tutto l’hotel. Come l’infinity pool, la piscina a sfioro all’aperto e incastonata tra i due blocchi architettonici, che presenta una linea di luce che corre lungo il suo perimetro. Evidenziando i bordi della piscina, il profilo luminoso aggiunge forza e slancio a questo specchio d’acqua e accompagna lo sguardo verso lo skyline di Bangkok. Il progetto di illuminazione è opera del team Be Lit, che ha scelto le soluzioni L&L Luce&Light con i profili lineari a LED da immersione Rio Sub. Il corpo e lo schermo del corpo sono realizzati in co-estruso di PMMA opalino che garantisce il massimo grado di robustezza e resistenza agli urti e ai graffi. Il processo utilizzato per lucidare la superficie dell’estruso crea un’uniformità estetica tra il corpo dell’apparecchio e la luce diffusa, volutamente più calda in contrasto con l’azzurro del fondale della piscina. Inoltre è stata studiata e applicata, su richiesta dei progettisti, una speciale versione del profilo luminoso capace di creare una linea continua di luce, senza interruzioni visibili tra i suoi diversi segmenti.
Per maggiori informazioni, visitate il sito www.lucelight.it.

Cristina Bigliatti

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *