Architecture

Il green living milanese

Posted on

Giardini d’Inverno è il nuovissimo sviluppo residenziale ad impatto 0 che sta sorgendo a Milano in via G. B. Pirelli 33 e che sarà completato per l’estate 2019. Il progetto immobiliare, promosso da China Investment S.p.a., in collaborazione con BNP Paribas e firmato dallo studio di architettura Caputo Partnership International, è articolato in tre corpi di fabbrica, si estende per 15 piani fuori terra e 6 piani interrati, per un totale di circa 13 mila mq commerciali e 91 appartamenti.
Cuore dell’intero progetto sono le Serre, che ospitano ben 110 giardini in quota. Le 110 serre sono pensate per accogliere un ampio bouquet di essenze: chi abiterà Giardini d’Inverno potrà scegliere le specie arboree per comporre la propria serra all’interno di un capitolato, veri e propri menù tra i quali selezionare tre diverse tipologie fra piccoli alberi/grandi arbusti. Per garantire un risultato ottimale, le possibili combinazioni di essenze sono state definite in relazione a valutazioni tecniche e botaniche che tengono conto del clima cittadino e della diversa esposizione delle terrazze su ciascun fronte dell’edificio.

Nel nuovo concetto del green living le serre, ospitate in porzioni di terrazzi di pertinenza delle singole unità abitative, diventano un’estensione dell’appartamento. Lo spazio di questi veri e propri giardini in quota è studiato per essere vissuto come effettivo spazio della casa tutto l’anno, grazie al sistema tecnologico di lamelle in vetro apribili che creano un microclima ideale anche nelle stagioni più rigide. Lo stesso progetto illuminotecnico degli esterni, che riproduce sui soffitti delle serre le tonalità del cielo, dall’imbrunire a notte, valorizza il connubio tra abitazione e ambiente naturale.
Per quanto riguarda la progettazione degli spazi di contenimento del verde, la dimensione delle fioriere è stata pensata per consentire l’inserimento di esemplari già adulti e assicurare comunque l’ulteriore corretto sviluppo.
Il progetto prevede inoltre la riqualificazione di tutti gli spazi aperti sul perimetro dell’edificio, in particolare la piazza antistante collocata lungo via Pirelli sarà trasformata in una zona esclusivamente pedonale, dotata di aree verdi e spazi per la collettività.

Cristina Bigliatti

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *