Architecture

Il “nuovo” Fantini Headquarters firmato Lissoni

Posted on

L’azienda Fantini ha una location straordinaria, è situata sulle romantiche sponde del lago d’Orta, ma necessitava di un restyling. Firmato dall’architetto Piero Lissoni, l’intervento si configura come un eccellente esempio dell’integrazione degli edifici industriali nel paesaggio naturale.
Alla base del concept del progetto architettonico si trovano la valorizzazione del fronte lago, fino a oggi non percepito nei diversi edifici della fabbrica e della sede degli uffici. Sul fronte lago sono state collocate alcune funzioni strategiche – gli uffici e lo showroom – che dialogano sinergicamente con il luogo, attraverso le grandi superfici vetrate.
Obiettivo fondamentale del progetto è stato, inoltre, quello di uniformare architettonicamente gli edifici preesistenti dell’azienda, costruiti in epoche successive.

La reception è stata ricollocata in una zona centrale rispetto al nuovo assetto dell’azienda, per gestire al meglio i flussi dei dipendenti e degli ospiti.
La caratteristica industriale dell’architettura è dichiarata all’esterno dalle scelte dei materiali, cemento armato, molto crudo e lastre di cemento per il camminamento. Dall’ingresso dell’azienda alla reception, un lungo percorso pedonale coperto dialoga con l’acqua, affiancando il fiume e accompagnando alla reception verso il lago, dove si trova anche un pontile di attracco per la barca per gli ospiti e clienti, che collegherà l’azienda a Casa Fantini.

La pergola verde che copre il percorso tra i due blocchi di fabbrica, ha la funzione di intergrare gli elementi naturali nel progetto di architettura industriale.
È stata mantenuta la natura forte, propria degli edifici industriali preesistenti sul fronte lago, dipinti in colore grigio scuro, mentre negli interni degli uffici e dello showroom domina la luminosità del bianco, della resina chiara e la trasparenza delle grandi superfici vetrate, da cui si accede al giardino, affacciate sulla meravigliosa vista del lago e dell’Isola di San Giulio.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.fantini.it.

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *