Architecture

Inside Artissima

Posted on
Inside Artissima

Si è da poco conclusa la 24° edizione di Artissima, la fiera d’arte torinese ospitata all’OVAL dal 3 al 5 novembre. Parte del merito del grande successo ottenuto dall’evento, va al brillante progetto di allestimento, curato da Tiziano Vudafieri e Claudio Saverino dello studio milanese Vudafieri-Saverino Partners. Lo studio ha sviluppato un nuovo criterio di distribuzione dello spazio per i padiglioni e ha inoltre curato gli allestimenti per i progetti speciali della fiera.
L’impianto generale della fiera è stato definito sulla base dei tratti salienti della distribuzione urbanistica di Torino, riprendendo la maglia della città barocca. È così che i visitatori si sono mossi all’interno della Fiera in un susseguirsi di ampie piazze, le quali accoglievano le sezioni curatoriali dove sono andati in scena i progetti speciali.
La terrazza dell’Oval accoglie la Vip Lounge, il Ristorante e il Bistrot, il cui tema è quello della passeggiata lungo i salotti e i paesaggi torinesi caratterizzati da ambienti domestici tardo ottocenteschi, ricchi di riferimenti borghesi. Il nome di questa sezione è “Thonetiana” in onore dei Fratelli Thonet inventori dei mobili in legno curvato.

Inside Artissima

Per quanto riguarda il progetto del Deposito d’Arte Italiana Presente, Vudafieri e Saverino hanno disegnato un contesto che vuole richiamare i depositi d’arte, nei quali lo spazio è costruito attraverso scaffalature metalliche, casse di legno e pallet sui quali sono state posizionate le opere d’arte proprio come se fossimo all’interno di un deposito.
La rivoluzionaria esperienza del Deposito – uno spazio industriale aperto esattamente 50 anni fa per presentare fuori dagli spazi “borghesi” le opere della nascente Arte Povera – è stata l’ispirazione per presentare una selezione di opere create tra il 1994 e il 2017 da artisti italiani di diverse generazioni.
In collaborazione con H.edge – Piattaforma di Brand Consulting fondata da Helen Nonini – Vudafieri-Saverino Partners hanno sviluppato anche la Brand Experience della fiera.

Inside Artissima

Inside Artissima

Inside Artissima

Inside Artissima

Inside Artissima

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *