Architecture

Junya Ishigami vince il BSI Swiss Architectural Award

Posted on
Junya Ishigami vince il BSI Swiss Architectural Award

È il giapponese Junya Ishigami il vincitore della quinta edizione del BSI Swiss Architectural Award: premio internazionale di architettura promosso da BSI Architectural Foundation, con il patrocinio dell’Accademia di architettura di Mendrisio – Università della Svizzera italiana e in collaborazione con l’Archivio del Moderno di Mendrisio.
Il premio è stato consegnato al vincitore lo scorso 22 settembre 2016 all’Accademia di architettura di Mendrisio, nel corso di una cerimonia che ha inoltre segnato l’apertura dell’esposizione dei lavori presentati dai candidati.

Junya Ishigami vince il BSI Swiss Architectural Award

La Giuria ha attribuito all’unanimità il premio BSI Swiss Architectural Award 2016 a Junya Ishigami per il Kanagawa Institute of Technology Workshop (Kanagawa, Giappone, 2004-2008), per l’intervento nel Padiglione giapponese alla XI Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia (2008) e per la “Casa con piante” costruita nei sobborghi di Tokyo per una coppia di giovani sposi (2010-2012). La giuria della quinta edizione è stata presieduta da Mario Botta e composta da Jean-Louis Cohen, Marc Collomb (direttore dell’Accademia di architettura di Mendrisio), Bruno Reichlin e José María Sánchez García.
Per maggiori informazioni visitate il sito del BSI Swiss Architectural Award.

Junya Ishigami vince il BSI Swiss Architectural Award

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *