Art

Keith Haring. About Art

Posted on
Keith Haring. About Art

È aperta al pubblico la mostra Keith Haring. About Art, organizzata presso Palazzo Reale fino al 18 giugno 2017. L’esposizione – curata da Gianni Mercurio – presenta 110 opere, alcune delle quali inedite o mai esposte in Italia.
La mostra vuole dare una visione completa della sua ricerca artistica, per questo motivo sono incluse anche opere di autori di epoche diverse, alle quali Haring si è ispirato e che ha reinterpretato con il suo stile unico e inconfondibile. Il panorama visivo che ha influenzato l’artista americano è molto ampio: spazia dagli archetipi della tradizione classica, all’arte tribale ed etnografica; da esempi tratti dall’immaginario gotico o di cartoonism, ai linguaggi del suo secolo; fino alle sperimentazioni futuristiche tramite l’impiego del computer.

Keith Haring, Andy Mouse, 1985, acrilico su tela, cm 152,4 x 152,4 © Keith Haring Foundation.
Keith Haring, Andy Mouse, 1985, acrilico su tela, cm 152,4 x 152,4
© Keith Haring Foundation.

Keith Haring è stato uno dei più importanti autori della seconda metà del novecento. La sua arte è percepita come espressione di una controcultura socialmente e politicamente impegnata su temi come droga, razzismo, Aids, alienazione giovanile, discriminazione delle minoranze, arroganza del potere. Il suo obiettivo è stato quello di ricomporre i linguaggi dell’arte in un unico e personale immaginario simbolico, che fosse al tempo stesso universale, per rimettere l’uomo e la sua condizione sociale e individuale al centro dell’arte. In questo modo Haring è diventato l’icona di artista-attivista globale.
Una mostra emozionante che fa rivivere lo spirito di Keith Haring attraverso le sue opere.
Per maggiori informazioni visitate il sito di Palazzo Reale.

Keith Haring, Untitled, 1986, olio e acrilico su telone di vinile, cm 243,8 x 243,8 © Keith Haring Foundation.
Keith Haring, Untitled, 1986, olio e acrilico su telone di vinile, cm 243,8 x 243,8
© Keith Haring Foundation.
Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *