Design

KLIMAHOUSE 2016

Posted on
Klimahouse 2016 Riportare l’edilizia a ritmi “naturali”

Dal 28 al 31 gennaio 2016 Fiera Bolzano ospiterà l’undicesima edizione di Klimahouse, evento fieristico dedicato al risanamento e all’efficienza energetica nel mondo dell’edilizia.

Il dibattito della manifestazione sarà incentrato in particolar modo sull’importante e delicato rapporto tra certificazione energetica e qualità progettuale.

Klimahouse 2016 Riportare l’edilizia a ritmi “naturali”

La certificazione energetica è un fondamentale punto di partenza per un edificio in sintonia con l’ambiente, ma per raggiungere un risultato integrale, la certificazione deve andare di pari passo con la qualità estetica ed architettonica. Un dibattito importante e più che mai attuale, che pone nuovi obiettivi al settore dell’edilizia, per una progettualità sempre più di qualità e che vede Klimahouse il suo naturale luogo di incontro.

Klimahouse, da sempre promotore di una cultura diffusa dell’edilizia eco-responsabile, organizza inoltre un ciclo di incontri dal titolo “Un nuovo rapporto tra progettazione energetico-ambientale e qualità del design”, durante il quale parteciperanno Manuel Gausa, Alfonso Femia e Gianluca Peluffo di 5+1AA e Marco Casamonti di Archea.

A supporto del progetto, Fiera Bolzano ha costituito un comitato scientifico d’eccezione composto da autorevoli esperti di settore, i quali, in occasione dell’edizione 2016, guideranno la prossima piattaforma di conferenze R.E.D.S.2ALPS che vedrà come suo portavoce il celebre architetto Kengo Kuma.

Klimahouse 2016 Riportare l’edilizia a ritmi “naturali”
© Marco Parisi

Il progetto di Klimahouse è dedicato in particolare ai giovani progettisti e professionisti che si pongono l’obiettivo di riportare a ritmi “naturali” l’architettura mondiale, ristabilendo così un fondamentale equilibrio tra processo e progetto, e tra efficienza e bellezza.

Per maggiori informazioni visitate il sito http://www.fierabolzano.it/klimahouse/

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *