Eyewear

La leggerezza come cifra stilistica

Posted on

Metti un palazzo di stile tardo classicista nel centrale Unter den Linden a Berlino, il duo di designer Johanna Perret e Tutia Schaad, l’occhiale Titan Minimal Art – The Icon di Silhouette e la fashion week di Berlino. Mixali e il risultato è una sfilata dedicata alla nuova edizione speciale dell’iconico modello.

Il lavoro delle due designer berlinesi, considerate le eredi di Jil Sander, si è concentrato nella valorizzazione delle più topiche caratteristiche del brand, creando uno stile fatto di raffinati intagli, ardite cromie a contrasto e inedite geometrie. 

L’ispirazione? La purezza lineare e modernissima del volto dell’androgina attrice Tilda Swinton. Sui suoi lineamenti le stiliste hanno progettato infatti l’architettura fortemente contemporanea di “Titan Minimal Art – The Icon“.

La speciale tecnologia print-on-lens, un particolare effetto ottico che fa apparire una montatura che in realtà non esiste, conferisce al design una personalità innovativa, dove forma e colore si fondono in un’unica idea stilistica, permeata dalla luminosità e da un’idea volatile dei volumi.

La collezione, da oggi disponibile in selezionati punti vendita del mondo, è composta da quattro diverse combinazioni di colore: montatura in rame abbinata a lenti blu-arancio, ottone con verde menta, rosso scuro con il grigio e infine l’oro con lenti caramello. La confezione è abbinata ad un esclusivo panno per la pulizia disegnato dalle stiliste per evocare, con il gesto della lucidatura delle lenti, un’idea di eterna estate.

Silhouette non è nuovo a fruttuose contaminazioni con la creatività dei designer di moda. Tra le collaborazioni più recenti si ricordano quelle con FelderFelder, Wes Gordon e Arthur Arbesser, lo stilista viennese che per sfilare ha scelto Milano.

03-9910_PerretSchaad_75_2540_104-9910_PerretSchaad_75_5540_3

Related Post

Paola Ferrario

Desperate mother di una biondina e di un ricciolino, schizzo da una parte all’altra di Milano in sella alla mia super bicicletta. Quando scendo scrivo, nuoto, leggo, viaggio, porto a spasso la mia cagnolona, coccolo il mio gatto e nutro la mia tartaruga (che poi è un maschio). Ho due sogni nel cassetto: intervistare Isabel Allende e scrivere un libro. Prima o poi li realizzerò, nel frattempo faccio la giornalista e la blogger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *