Design

La Triennale del Futuro

Posted on
La Triennale del Futuro

Ha avuto luogo oggi, presso il Teatro dell’Arte, la conferenza di presentazione della XXII Esposizione Internazionale, che si svolgerà dal 1° marzo al 1° settembre 2019 e sarà intitolata Broken Nature: Design Takes on Human Survival.
Con l’avvio di questo progetto, la Fondazione La Triennale di Milano porta avanti la propria decisione di dare una nuova continuità all’Esposizione Internazionale, la cui XXI edizione è stata organizzata nel 2016 con una formula rinnovata. La curatela dell’esposizione sarà affidata a Paola Antonelli, curatrice per l’architettura e il design al Museum of Modern Art di New York.

Durante la conferenza si sono susseguiti gli interventi di: Clarice Pecori Giraldi, Vicepresidente della Triennale di Milano; Giuseppe Sala, Sindaco di Milano; Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia; Elena Vasco, Segretario Generale della Camera di Commercio Metropolitana di Milano Monza-Brianza e Lodi; Cristiano Musillo, Consigliere d’Ambasciata della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile.

La Triennale del Futuro

Paola Antonelli ha illustrato le linee guida che verranno seguite durante la XXII Esposizione Internazionale, il cui focus è incentrato su come il design possa contribuire alla sopravvivenza dell’uomo. Immaginando uno scenario apocalittico, purtroppo non molto lontano dai nostri tempi, la curatrice ha illustrato al pubblico presente in sala come il design – unito alla moda, alla tecnologia, all’arte, alla biologia, all’etologia e alle scienze in generale – possa contribuire in maniera sostanziale nel fornire segnali positivi per il futuro dell’uomo e del pianeta.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.triennale.org.

La Triennale del Futuro

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *