Art

La Venere di Jago

Posted on

È aperta al pubblico fino al 2 aprile 2018 la mostra JAGO “HABEMUS HOMINEM”, presso il Museo Carlo Bilotti di Roma. Curata da Maria Teresa Benedetti e promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, la mostra accoglie la Venere di Jacopo Cardillo – in arte Jago – una scultura che, pur riallacciandosi idealmente all’arte dei maestri della tradizione, presenta uno stile del tutto innovativo e contemporaneo.
Incarnando un concetto di bellezza legato all’interiorità dell’animo umano e non agli stereotipi esteriori, la Venere di Jago è una donna anziana che, senza timore, espone la grazia di un corpo il cui incanto non sta nella perfezione delle forme, bensì nella verità del racconto che propone. Quest’opera ci parla di vita vissuta, di membra che decadono, ma che conservano un loro splendore in virtù di ciò che hanno attraversato. Il particolare degli occhi che inseguono chi sta osservando l’opera, esalta ancor più magistralmente questo aspetto.

La Venere di Jago

Scolpita all’interno della sede di Antolini – azienda leader nella produzione della pietra naturale – l’opera di Jago è anche la prima Venere 3.0: molte delle fasi di lavorazione sono state infatti presentate in diretta sui socials dall’artista che, giorno dopo giorno, davanti a un copioso seguito di fan che commentavano in tempo reale, ha condiviso il suo pensiero.
La scultura è realizzata in marmo Bianco Lasa/Covelano “Vena Oro” Antolini, materiale che si è rivelato essere particolarmente adatto per esaltare la potenza espressiva dell’opera.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.antolini.com.

La Venere di Jago

Related Post

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *