Art

L’arte pubblica di Corso Como

Posted on
civico 10 di Corso Como a Milano

Arte, moda, cultura, design, musica e buona tavola da quasi 25 trovano il loro epicentro presso il civico 10 di Corso Como a Milano.

Nasce nel 1990 come Galleria per la fotografia, l’arte e il design e con il passare degli anni si arricchisce del bookshop e del garden café. Contemporaneamente Kris Ruhs, scultore e pittore statunitense, si mette all’opera per realizzare il progetto “Untitled”.

La scultura, divenuta simbolo del concept shop, è creata ad hoc per il luogo in cui è installata. Lo stesso artista afferma: “mi piace pensare che le mie opere si trovino in luoghi dove le persone possono interagire con esse. In una galleria tutto sembra bello, per pochi secondi, ma io non voglio fare qualcosa che si vede solo una volta”.

Kris Ruhs ha svolto e continua a svolgere un ruolo fondamentale nel dare forma a quel rivoluzionario luogo, pensato come una sequenza di spazi capace di ospitare eventi organizzati per promuovere uno shopping lento, piacevole, adatto a stimolare sensi e intelletto, attraverso la narrazione di uno stile di vita intenso e sofisticato.

Per quest’opera l’artista ha scelto la concretezza materica dell’acciaio cor-ten e per idearla si è affidato all’esperienza di Marzorati Ronchetti. Si tratta di una composizione alta circa tre metri e larga due, realizzata con lamiere spesse 5 mm, tagliate e saldate fra loro dai maestri artigiani dell’azienda Marzorati Ronchetti, partendo dall’idea dello stesso Kris Ruhs.

La collaborazione tra l’azienda comasca e l’artista si è consolidata nel corso degli anni, creando gran parte del ristorante – dal bancone circolare al soffitto decorato, fino ai tavoli e alle sedute per interni ed esterni – assieme agli arredi, alle appenderie, alle lampade e a molti altri elementi usati ed esposti all’interno di 10 Corso Como.

L’arte e la tecnica si riuniscono così in Corso Como, sotto gli occhi di tutti.

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *