Art

L’arte fa scalo a Milano

Posted on
L'arte fa scalo a Milano

Scalo Arte è il progetto che porta l’arte e la creatività contemporanea all’interno degli spazi di Scalo Milano, il nuovo City Style District situato a Locate Triulzi. Scalo Arte avvia un programma di interventi site-specific di diversa natura: dalla street art, alla fotografia, fino alle installazioni.
All’interno di Scalo Milano il primo incontro tra il visitatore e l’arte avviene con i graffiti della Street Art District. A capo del progetto Mr. Wany, il writer che ha dipinto il sottopasso della stazione di Locate Triulzi. Mr. Wany ha realizzato lo Street Art District grazie al prezioso contributo di altri tre writers internazionali: Luca Barcellona dall’Italia, Zedz dall’Olanda e SatOne dalla Germania.

L'arte fa scalo a Milano
Photo credit Davide Sala

La visita nella piazza principale del City Style prosegue con un racconto fatto per immagini: Il Lavoro è sacro, di Settimio Benedusi. Il fotografo porta i visitatori “faccia a faccia” con i ritratti delle persone che, con grande orgoglio, hanno realizzato questo vero e proprio distretto dello stile.
Scalo Art Pavilions, il progetto a cura di Bruna Roccasalva, ospita invece due esposizioni – programmate con rotazione a cadenza semestrale – dedicate ogni volta a due giovani artisti invitati ad intervenire su uno dei due edifici destinati al progetto. Tutti gli artisti coinvolti presenteranno installazioni realizzate utilizzando media e tecniche differenti, ma saranno accomunati dalla volontà di stimolare l’interazione con il pubblico del distretto.
Scalo Arte ha l’ambizione di presentare l’arte all’interno di contesti inusuali, per avvicinare all’arte contemporanea un pubblico sempre più ampio.

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *