Architecture

LE STAZIONI ABBANDONATE DELLA METROPOLITANA DI PARIGI DIVENTANO PISCINE, TEATRI E RISTORANTI

Posted on
Stanzioni fantasma di Parigi

I luoghi abbandonati sono sempre ricchi di fascino e di bellezza, lo sono ancora di più se questi spazi riescono ad esser recuperati e donati nuovamente alla comunità.

A Parigi  è successo che il recupero e la trasformazione delle stazioni della metro abbandonate o mai utilizzate siano parte del programma di Nathalie Kosciusko-Morizet, candidato sindaco del partito politico di centrodestra dell’ex presidente Nicolas Sarkozy.

Le stazioni abbandonate della metropolitana di Parigi diventano piscine, teatri e ristoranti

Il candidato ha commissionato allo studio OXO Associates di creare dei rendering delle stazioni riproposte come piscine, ristoranti, musei, teatri o giardini.

Ci sono 16 stazioni in disuso della metropolitana di Parigi, molte delle quali chiuse tra 1930-1970. Un piccolo numero è stato costruito ma mai aperto. Alcune stazioni sono state utilizzate come set temporanei per campagne pubblicitarie o film.

Le stazioni abbandonate della metropolitana di Parigi diventano piscine, teatri e ristoranti

Riuscire a recuperare questi luoghi è una grandissima opportunità soprattutto per arricchire dei quartieri della città a cui mancano determinati servizi.

Le stazioni abbandonate della metropolitana di Parigi diventano piscine, teatri e ristoranti

 

Annalisa Guerisoli
Instagram addicted, appassionata di luoghi abbandonati, mi cibo di viaggi e di nutella. Astenersi fan dell’uncinetto e del cucito.

Related Post

8 thoughts

  1. Clarisse Author

    Era un progetto bello ma folle di una candidata (non eletta) di quasi due anni fa, che non teneva conto dei problemi di sicurezza e igiene tipici dei locali sotterranei… e che ne rendono impossibile l’esecuzione…

    PS Vivo a Parigi! 😉

    • Annalisa Guerisoli
      Annalisa Guerisoli Author

      peccato! Era proprio un bel progetto!

    • nereo rapetti Author

      Non abito a Parigi ma ne sono un assiduo frequentatore. Da tempo mi ero accorto che su certe linee
      alcune stazioni erano state dismesse, ma i treni continuavano a passarci, senza fermarsi.
      L’ipotesi di trasformare le stazioni in piscine, teatri, etc, é da intendersi come fattibile se anche la linea
      é dismessa. Che io sappia non sono state dismesse intere linee. Quindi non capisco… Può Clarisse
      darci dei dettagli che chiariscano la situazione? Grazie. (Nereo Rapetti)

  2. Oscar Author

    Ciao,
    si trattava di un’idea assolutamente irrealizzabile se non con elevatissimi costi per i lavori e la messa in sicurezza. E’ stata solo una botade da campagna elettorale fatta dall’allora candidata di destra, che era veramente una poveretta. Ma non c’è nulla di fatto, quindi il titolo “DIVENTANO” sta solamente facendo girare l’ennesima bufala sui social. Non so che data ha questo post sul tuo blog, se è recente avresti dovuto informarti meglio…

  3. Vito Author

    I problemi della sicurezza e igiene si possono sempre trovare delle buone soluzioni.. l’idea è fantastica!

  4. Pendolante Author

    bellissime

  5. giovanna belli Author

    Credo che al di la’ del fatto se l’ idea sia realizzabile o meno. Il progetto e’ davvero innovativo e di rilievo.
    Bisogna cercare soprattutto nelle grandi citta’ di riqualificare I posti meno attraenti rendendo i quartieri delle citta’ molto omogenei.
    Gia’ da un po’ di tempo si sta cercando di riqualificare palazzi decadenti o strutture in disuso cambiando la loro destinazione d’uso.
    A riguardo ho letto un articolo molto interessante sulla trasformazione delle chiese in ristoranti o luoghi di svago, credo che sia un progetto molto simile.
    Vi posto qua il link se vi va di leggerlo:
    https://www.worldbuild365.com/news/detail/q9kqzuotb/design-decor/interiors-five-church-conversions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *