Architecture

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio per le feste

Posted on

In occasione della nuova edizione dell’F-Light, il festival della luce previsto a Firenze dall’8 dicembre al 6 gennaio 2019 e che quest’anno prende ispirazione dal pensiero di Leonardo da Vinci, di cui si celebrano i 500 anni dalla morte, saranno protagoniste le scenografie luminose di Palazzo Vecchio realizzate grazie alle soluzioni illuminotecniche messe in campo da Linea Light Group, azienda di Treviso nata nel 1976 specializzata nella tecnologia LED.

Per la realizzazione del concept del progetto, un’illuminazione che richiama elementi tipici dell’atmosfera natalizia come per esempio la neve che cade dal cielo e le luci delle candele che rischiarano la notte, è stata messa a punto una duplice scenografia. Per la zona del camminamento di ronda del Palazzo, una maglia luminosa formata da 220 Pixie Pixel RGBW, disposti in modo da creare un reticolato luminoso che occupa tutto lo spazio a disposizione. Pixie sono piccoli apparecchi a Led di forma circolare con tecnologia RGBW e controllo integrato a 4 canali per la gestione diretta del colore e della sua dimmerazione: equipaggiati con tecnologia Pixel RGBW, permettono di realizzare scenografie luminose dinamiche mediante protocollo DMX. Per la realizzazione dell’installazione, sono state previste delle tesate sospese per un totale di 600 metri di cavo a cui sono stati agganciati i Pixie (4/5 per ogni tesata).

L’effetto finale è quella della neve che cade soffice e silenziosa durante la notte.

Per realizzare l’effetto “candela accesa” della Torre di Arnolfo, la seconda scenografia prevista nel progetto illuminotecnico, Linea Light Group ha creato tre diverse situazioni illuminotecniche. La prima all’interno della passerella di camminamento della torre, dove sono state posizionate delle barre Xenia (apparecchio lineare dal profilo compatto in lega alluminio 6060 anodizzata) RGBW con ottica ellittica orientate verso la facciata. L’effetto visibile dalla piazza sarà quello di una base infuocata, molto luminosa, che funge da principio della fiamma. Per illuminare i pilastri sono state scelte le barre per installazione a parete tramite staffa in acciaio inox, corpo lampada in lega alluminio 6060 Archiline_W Pro RGBW con ottica ellittica. Archiline_W Pro raggiunge un’efficienza pari a 100lm/W, sviluppando un flusso luminoso di oltre 11 mila lumen al metro. Infine, all’interno dell’alloggio delle campane, proiettori in alluminio basculanti Prolamp RGBW ad emissione diffusa sfumano la luce verso l’alto, dando l’effetto di una piccola fiamma che brucia.

L’impianto di controllo di entrambe le installazioni è stato sistemato nella Sala delle Carceri che si trova nella parte sottostante della torre.

Related Post

Daniela Garbillo

Vado sempre diretta al punto e non mi piacciono i giri parole. Scrivere è il mio mestiere, ma ho una “doppia vita”: insegno yoga, pilates, acquafitness e corro appena mi cade la penna. What else?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *