Design

Mater Familias, la collezione di Calia Italia che rende omaggio ai Sassi di Matera

Posted on

Nell’anno in cui Matera è capitale Europea della Cultura, Calia Italia – l’azienda più antica del distretto del mobile imbottito della Basilicata – torna alle origini del popolo materano per attraversare il tema della vergogna della vita nei Sassi e rigenerarla in un sentimento fiero di appartenenza.

La collezione Mater Familias nasce nell’ambito del progetto, a respiro Europeo, The architecture of shame. Il progetto è Inserito nel programma delle attività di Matera Capitale Europea della Cultura. La collezione parte dalla progettazione del lettino dello psicanalista su cui interrogare progettisti e cittadini per analizzare gli elementi tipici che caratterizzano quell’architettura che può essere definita della vergogna, al fine di individuare i punti di forza su cui operare per rigenerare le periferie urbane.

Il Day-Bed si ispira ai Sassi di Matera.

Dalla cultura di un popolo dignitoso e fiero prendono vita i segni che lo contraddistinguono.

La cucitura perimetrale ricorda quella dei sacchi di farina, la stratificazione della seduta simboleggia la storia millenaria dei sassi di Matera, il piede a forma di forcella rimanda all’arnese rigorosamente scolpito a mano utilizzato dalle donne per tendere la corda su cui sciorinare i panni freschi di bucato, il color rame dei piedi ricorda le caldaie delle cucine.

I colori rosso,  giallo, mattone e amaranto simboleggiano la fiamma ardente simile alla passione dei materani nell’affrontare le difficoltà della vita.

Il day- bed ha generato i divani Mater Familias, Venere ed Art Nouveau.

 

Mater Familias

 

Il modello Venere nasce dall’idea di declinare il Mater Familias secondo un gusto più italiano, sostituendo la seduta a strati con un cuscino intero.

 

Venere


Art Nouveau è la versione capitonnè dei due modelli precedenti.

Art Nouveau
Annalisa Guerisoli

Annalisa Guerisoli

Instagram addicted, appassionata di luoghi abbandonati, mi cibo di viaggi e di nutella. Astenersi fan dell'uncinetto e del cucito.

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookPinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *