Stuff

NATUZZI + NOVEMBRE. UNA COLLABORAZIONE TUTTA PUGLIESE SBARCA A MIAMI

Posted on
Natuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week

photo: Emilio Collavino

Abbiamo incontrato Fabio Novembre e Pasquale JR Natuzzi durante la Design Week di Miami nel flagship store dell’azienda, rivoluzionato per l’occasione dall’allestimento basato sul dialogo tra l’iconica poltrona Re-vive e l’installazione INTRO disegnata da Novembre per la mostra Stanze alla Triennale di Milano ed approdata a Miami per la settimana dedicata all’arte e al design.

INTRO, una collaborazione tutta pugliese. Com’è nato il rapporto tra Natuzzi e Fabio Novembre?
FN: Con la famiglia Natuzzi condividiamo le stesse origini, proveniamo dalla stessa terra: è gente con cui mi capisco al volo. Per quanto riguarda INTRO, hanno indossato i panni dei mecenati. Il lavoro per la mostra Stanze mi era stato commissionato da Cosmit e loro hanno deciso di supportarlo e di plasmarlo assieme a me. Nasce così INTRO da un incontro fortunato, come un’epifania, e da Milano atterra a Miami in occasione di uno degli eventi legati al Design più importanti degli Stati Uniti. Mi sembra una cosa meravigliosa, no?


 

Natuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week

 

Quale sarà la prossima tappa di INTRO?
PJR: Ne parlavamo proprio oggi con Fabio in taxi. Ci piacerebbe INTRO potesse trovare spazio all’interno di un Museo. L’idea ci è venuta dopo una visita Pèrez Art Museum, dove abbiamo osservato una serie d’installazioni site specific in cui l’interazione tra opera e fruitore rappresenta la vera essenza ed il significato dell’opera stessa. INTRO è l’emblema di questo tipo di approccio e meriterebbe di essere ospitata all’interno di una Fondazione museale. Sicuramente dopo Miami il suo viaggio non si fermerà, continuerà fino a trovare la propria casa, lo spazio che l’ospiterà in modo definitivo.

La stategia di comunicazione di Natuzzi dell’ultimo anno è interessante: grande vicinanza al mondo del design e dell’arte – non ultima la performance durante LDF (link) – che non si trasforma mai in prodotto. Pasquale JR, ci spieghi la natua di questa strategia?
PJR: Questa è la purezza e la sincerità della mia missione in Natuzzi. Nel corso del 2017 ci saranno molte altre iniziative design-oriented, che sono volte ad instaurare un dialogo con un target più ampio rispetto al nostro consumatore tipo. Vogliamo ascoltare, vogliamo interagire, vogliamo ampliare il nostro pubblico, vogliamo raccontare chi siamo non solo attraverso il nostro prodotto, ma anche attraverso la nostra visione del mondo in cui operiamo.

Natuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week

 

Come si colloca Natuzzi nel mondo del design, italiano ed internazionale? Sono da prevedere sviluppi prodotto design-oriented?
FN: In Cina Natuzzi per il Design è come Armani per la moda. In Italia non abbiamo esattamente la stessa percezione del marchio, ma è la solita storia del “Nemo Profeta in Patria”. In realtà è il più grande Gruppo di arredamento in Italia e fattura più di 600 milioni di Euro. Lo dico per difendere e legittimare questo tipo di realtà, che rappresentano l’eccellenza del saper fare italiano. Per quanto riguarda la strategia di sviluppo prodotto, posso dire ufficialmente che al momento io non sto disegnando nulla per loro. E neanche ufficiosamente. Prima o poi una strada la si dovrà prendere, ma credo queste tappe facciano parte di un percorso definito. Vedremo dove ci porterà.

 

Natuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week
 

Natuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week

 

Natuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week

 
ùNatuzzi presenta Intro by Fabio Novembre al Miami Design Week

Anna Masello
Viaggiatrice dalla nascita, irrequieta e sognatrice. Amo progettare il futuro e creare connessioni tra le persone. Amo le persone che mi sorprendono, amo le persone quando sono un po’ folli. Amo l’arte, l’architettura e i processi che portano alla creazione di bellezza vera, di significato e non solo di forma.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *