Eyewear

Occhio alla luce blu

Posted on
transitions-xtractive-and-blue-light

La luce blu è caratterizzata da un’intensa luminosità e per questo motivo viene utilizzata in particolare negli schermi led (monitor Lcd e Crt, smartphone, Tv al plasma e dispositivi Led). Ma ha anche “un lato oscuro” perché è anche la più aggressiva e nel tempo provoca invecchiamento oculare, rischi di malattie degenerative, sforzi alla vista e stanchezza oculare.

Non dobbiamo dimenticare che è presente anche in natura: il sole è infatti una fonte di luce nociva ed emette un’intensità di oltre 100 volte superiore ai dispositivi elettronici.

Come possiamo proteggerci dai suoi raggi nocivi? In primis è il nostro corpo ad aiutarci facendoci distogliere lo sguardo dai bagliori; le nostre palpebre e ciglia forniscono protezione contro luce intensa e anche le nostre pupille contribuiscono utilizzando la limitazione della quantità di luce in entrata. Ma nessuna di queste difese naturali è efficiente al 100% e tutti noi lamentiamo sforzi alla vista e stanchezza oculare. Quindi è necessario utilizzare lenti in grado di proteggerci. Tra le novità sul mercato ci sono le lenti Transitions Signature e le Transitions XTRActive. Le prime sono in grado di bloccare almeno il 20% della luce blu dannosa in interno, che è due volte di più delle lenti trasparenti standard, e oltre l’8% in esterno. Le Transitions XTRActive sono invece lenti fotocromatiche che funzionano anche in auto e sono ancora più efficaci: garantiscono, infatti, una protezione extra ovunque bloccando almeno il 34% della luce blu dannosa in interni e dall’88 al 95% della luce blu dannosa in esterno.

Proteggersi si può e bisogna farlo ma non possiamo non dimentichiamo che la luce blu ha anche il suo lato positivo. Ad esempio, la luce blu-turchese è essenziale per la nostra salute. Ci aiuta a sintetizzare la vitamina D, a regolare il ciclo circadiano, e quindi il nostro sonno, e a incrementare le nostre capacità cerebrali e le difese immunitarie. Si suppone che la mancanza di luce blu turchese – in inverno per esempio – possa peggiorare il nostro umore.

transitions-xtractive-and-blue-light-with-onofre-outside

Paola Ferrario
Desperate mother di una biondina e di un ricciolino, schizzo da una parte all’altra di Milano in sella alla mia super bicicletta. Quando scendo scrivo, nuoto, leggo, viaggio, porto a spasso la mia cagnolona, coccolo il mio gatto e nutro la mia tartaruga (che poi è un maschio). Ho due sogni nel cassetto: intervistare Isabel Allende e scrivere un libro. Prima o poi li realizzerò, nel frattempo faccio la giornalista e la blogger.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *