Design

Ordine, Disordine e Caos

Posted on
Ordine, Disordine e Caos

The Box è uno spazio milanese, ibrido e dinamico, capace di offrire ad aziende e privati progetti completi: dalla progettazione alla realizzazione architettonica, edilizia e ingegneristica, dalla proposta e fornitura di arredi e decor, alla produzione su misura. Dopo il primo evento, tenuto nell’aprile dello scorso anno, The Box propone ora un ciclo di tre nuovi appuntamenti, nell’ambito della cultura del progetto e delle sue applicazioni.
Ordine, Disordine e Caos – a cura di Davide Fabio Colaci + Simona Flacco e Riccardo Crenna di Simple Flair, in collaborazione con Arper – esplora il mondo del design chiedendo a tre designer emergenti di interpretare la dimensione contemporanea attraverso i tre diversi temi protagonisti del progetto.

Photo by Claudia Zalla
Photo by Claudia Zalla

Il risultato delle sinergie innescate si traduce in tre serie di oggetti, ognuna delle quali viene raccontata tramite un evento dedicato e una mostra aperta al pubblico. L’insieme dei progetti sarà infine raccolto in una collezione di design a marchio THE BOX, che rappresenterà la ricerca e il percorso curatoriale.
La prima mostra, Ordine, è stata inaugurata il 13 settembre, con la presentazione della collezione di maschere realizzata dal designer francese Philippe Tabet.
Il racconto si è sviluppato ulteriormente con la mostra Disordine (inaugurata il 29 novembre), incentrata sulle realizzazioni della designer Astrid Luglio, per poi concludersi con Caos (inaugurazione in programma il 31 gennaio 2018) focalizzata sul progetto del duo creativo Mathery Studio, composto da Erika Zorzi e Matteo Sangalli.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.theboxmilano.it.

Photo by Claudia Zalla
Photo by Claudia Zalla
Ordine, Disordine e Caos
Inspiration by Mathery Studio
Ordine, Disordine e Caos
Inspiration by Mathery Studio
Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *