Art

PAESAGGI D’ARIA

Posted on
19_Luigi Ghirri_Nogara-Bar della stazione 1989_36,5x50 cm

Fino al 21 febbraio 2016, presso la Fondazione Querini Stampalia, è possibile ammirare la mostra Paesaggi d’aria, punto di incontro tra il fotografo Luigi Ghirri e il duo Friedman/Decavèle. Il progetto è a cura di Chiara Bertola e Giuliano Sergio e nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Querini Stampalia, Livio Felluga e RAM radioartemobile.
L’esposizione propone una riflessione attorno al lavoro di due tra i più originali innovatori della fotografia e dell’architettura. Il protagonista della mostra è il paesaggio italiano, che gli autori interpretano ciascuno con il proprio personalissimo sguardo.
Il Fondo Ghirri è formato da un nucleo di opere dell’omonimo fotografo, affidato alla Fondazione Querini Stampalia da parte di Roberto Lombardi. Il tutto viene completato dalla proiezione del documentario realizzato dal fotogiornalista e documentarista Luigi Vitale, che racconta la motivazione della nascita del “Vigne Museum” e le fasi della sua costruzione.
Concepito come luogo d’incontro e osservatorio, il “Vigne Museum” interroga il territorio ed il suo paesaggio. In quanto struttura senza pareti, lo spazio offre spunti di riflessione sul concetto di museo e sulla sua funzione attuale per l’arte e l’architettura contemporanea.

15_Luigi Ghirri_Cadecoppi-Dalla strada per Finale Emilia 1989-1990_40,5x51 cm

23_Luigi Ghirri_Scardorari (Scardovari)-Strada sull'argine 1989-1990_41,5x51 cm

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *