Architecture

Re-Building, la memoria collettiva per la ricostruzione dei luoghi colpiti dal terremoto

Posted on
re-building-progetto-fotografico

Dal 24 Agosto alla scossa del 30 Ottobre sono molti i centri colpiti dal sisma, piccoli gioielli italiani come Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto, Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera, Norcia, Ussita e molti altri ora rischiano di veder cancellata la loro identità storica e culturale. La ricostruzione non è solo una scelta architettonica ma riguarda soprattutto la memoria dei paesi e la loro identità.

Per salvare questi luoghi e le loro caratteristiche architettoniche e culturali è nato il “Progetto Re-Building” che ha l’obiettivo di restituire alla memoria collettiva la fisionomia originaria dei luoghi colpiti dal terremoto e di promuovere un modello di progettazione diffusa, coinvolgendo i singoli individui nella costruzione di un archivio digitale (un database di immagini georeferenziate) di risorse condivise da cui sarà possibile attingere per ripristinare la memoria materiale e intellettuale di questi luoghi.

La campagna di raccolta immagini del “Progetto Re-Building” è già stata avviata, attraverso una pagina dedicata sul sito, chiunque avesse fotografie ambientali o dettagli pre-terremoto può inviare l’immagine con le coordinate geografiche dello scatto e mandarle all’associazione tramite mail. Diversi video spigano le finalità del progetto e come inviare le immagini geolocalizzate.

L’obiettivo è quello di costruire un luogo virtuale di memorie condivise, una “cassaforte della memoria”, da cui tutti, architetti, progettisti, enti pubblici potranno attingere nel momento della ricostruzione.

L’iniziativa è nata dall’associazione Progetto Recycle, un gruppo di quattro giovani che puntano a rileggere il territorio italiano a partire dalle molteplici opportunità offerte dal suo ingente patrimonio di risorse architettoniche e infrastrutturali dismesse.

Info: www.progettorecycle.org/2016/09/20/progetto-re-building

 

 

Una foto pubblicata da Lorenzo (@lorenzocapanna) in data:

Una foto pubblicata da Daniela Durante (@danydurante) in data:

Una foto pubblicata da Alessandra Tucci (@lalucedellafollia) in data:

Una foto pubblicata da Lorenzo (@lorenzocapanna) in data:

Annalisa Guerisoli
Instagram addicted, appassionata di luoghi abbandonati, mi cibo di viaggi e di nutella. Astenersi fan dell’uncinetto e del cucito.

Related Post

1 thought

  1. Enrica Author

    Vedere questa grande distruzione e’ un dolore profondo , una perdita del nostro patrimonio culturale ,della nostra storia , della nostra patria, tramandata dai nostri avi , è una parte di noi che viene cancellata , un valore inestimabile di patrimonio culturale che abbiamo perso in un attimo , dobbiamo tutti aiutare e fare qualcosa a per la ricostruzione e stare vicino alle persone colpite da questa devastazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *