Art

SetUp Contemporary Art Fair 2018

Posted on

La VI edizione di SetUp Contemporary Art Fair è pronta a tornare dal 1 al 4 febbraio nella nuova sede di Palazzo Pallavicini. La sua mission è quella di offrire nuovi orizzonti interessanti, promuovere gallerie che investano su artisti emergenti, far crescere una nuova generazione di collezionisti.
Il “controsalone” di Arte Fiera quest’anno esce dall’involucro dell’autostazione, che l’ha ospitata per 5 anni, per entrare in un contenitore più raffinato: Palazzo Pallavicini è un edificio sontuoso e, in questa splendida cornice, il contemporaneo si unirà al passato, proiettandosi direttamente verso il futuro.
Le tredici stanze della sede accoglieranno 39 espositori, di cui 34 gallerie d’arte e 7 fra case editrici, fondazioni e altre realtà che supportano la cultura e l’arte in Italia.

SetUp Contemporary Art Fair 2018

Il tema che guiderà SetUp 2018 è l’attesa, che va a completare, dopo i leitmotiv delle passate due edizioni orientamento ed equilibrio, una trilogia tematica che trova compimento assoluto nel divenire dell’idea e della riflessione come atto di fiducia per il domani.
Su questi presupposti la fiera ha chiesto agli espositori di presentare un progetto curatoriale, in cui la visione del presente sia un’indagine dell’attesa, intesa come “aspettativa” economica, sociale, politica, delle relazioni, geografica, ma anche fisica, tecnologica, formale e di identità. Il progetto dovrà essere presentato sulla base di un format, che richiede l’interazione di tre figure chiave: artista, curatore-critico, gallerista. Anche quest’anno, i galleristi sono stati invitati a presentare un progetto curatoriale di almeno un artista under 35, illustrato da un testo critico di un curatore under 35.

SetUp Contemporary Art Fair 2018

Il desiderio di rafforzare e valorizzare i legami col panorama emiliano – romagnolo, è confermato anche dall’adesione d’importanti personalità che costituiranno un comitato scientifico di assoluto prestigio: Silvia Evangelisti, critica, storica dell’arte e curatrice, affiancata da Anna e Francesco Tampieri, collezionisti, Associazione CoC ETS ed Elena Monti e Marco Ghigi, collezionisti e membri del Club GameC di Bergamo.
Per la sezione dei progetti collaterali OFF Projects, SetUp ha invitato: la curatrice Manuela Valentini che proporrà un progetto di “mostra diffusa” visitabile e fruibile tra gli stand delle gallerie; l’artista Hannes Egger ed i collettivi Polisonum e Panem et Circenses svilupperanno 3 lavori site-specific all’interno degli spazi di Palazzo Pallavicini.

SetUp Contemporary Art Fair 2018

Lo Studio Claudia Pelizzari Interior Design è stato chiamato a progettare la Collectors Lounge di SetUp Contemporary Art Fair 2018, il cui concept è stato sviluppato come un’oasi all’interno degli spazi espositivi. Quest’anno verrà inoltre presentata l’Art Lounge, un’area relax nata dalla collaborazione con Fondazione Rocco Guglielmo, MARCA Museo delle Arti Catanzaro e l’Associazione Tiziano Campolmi.
Torna inoltre SetUp Plus, la piattaforma degli eventi attivi in città durante l’art week, organizzata con l’intento di coinvolgere la città di Bologna e tutte le realtà interessate a far vivere la propria galleria, associazione, spazio espositivo o locale con mostre e progetti, durante l’art week.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.setupcontemporaryart.com.

SetUp Contemporary Art Fair 2018

Related Post

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *