Art

The Moon in the Well

Posted on

Una notte Hodja camminava nei pressi di un pozzo quando sentì l’impulso di guardare dentro”.
Stupito vide il riflesso della luna nell’acqua ed esclamò: “La luna è caduta nel pozzo. La devo salvare in qualche modo!” Si guardò attorno e raccolse una fune con un uncino, la gettò nel pozzo e gridò: “Afferra l’uncino, luna, e tienilo stretto! Ti tirerò fuori”. La fune si impigliò in una roccia dentro il pozzo e Hodja la tirò verso di sé con tutte le sue forze. Di colpo l’uncino si liberò dalla roccia e Hodja finì disteso per terra. Con gli occhi rivolti al cielo vide sopra di lui la luna in alto.
“Che fatica, ma ne è valsa la pena, sono riuscito a liberare la luna dal pozzo”, disse con un sospiro di sollievo.

L’antica favola del filosofo turco Nasreddin Hoca è all’origine dell’installazione The Moon in the Well – realizzata dall’architetto Valentina Fisichella – protagonista a San Servolo in Art 2019 per tutta la durata della 58a Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia. Si tratta di un’installazione site specific, pensata per lo spazio del salone di ingresso del complesso monumentale di San Servolo, sede permanente del Venice Innovation Design, un laboratorio di design in progress.

Visibile già dall’imbarcadero dell’isola, il volume vetrato del grande cilindro accoglie poeticamente il visitatore: un recinto smaterializzato, una delimitazione spaziale che si lascia attraversare da sguardo e luce, e che rappresenta la raffigurazione simbolica del pozzo. La grande luna d’oro campeggia sospesa al di sopra del pozzo, nell’equilibrio ancestrale che da secoli le lascia illuminare le notti. E la trasparenza del cilindro si lascia anche penetrare fisicamente: entrare nel pozzo, camminarci dentro, vedere la grande luna piena e dorata che si riflette, vedersi nella propria immagine specchiata, perdersi o finalmente ri-trovarsi.

Cristina Bigliatti

Cristina Bigliatti

«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *