Art

Di treni, scambi e passaggi a livello

Posted on
Di treni, scambi e passaggi a livello

Alessio Bolognesi, in arte Sfiggy, dal 18 marzo al 24 aprile ci invita a salire su un treno, facendoci godere di un bellissimo viaggio all’interno della sua arte. Nella mostra Di treni, scambi e passaggi a livello incontreremo Sfiggy, un pupazzo dalle mille vite, mentre prenderà un treno per iniziare il suo lungo cammino, fatto di binari dal percorso prestabilito, ma che può essere anche interrotto o modificato da bivi e coincidenze, da prendere o da perdere.
Il treno di Alessio Bolognesi è rappresentato nella grande opera intitolata “Doppler” che, attraverso l’effetto doppler, viene visto in movimento, non nella sua interezza ma a frammenti. Nell’installazione “Fuori orientamento”, invece, vedremo Sfiggy a spasso tra i continenti; nella serie sui treni, assisteremo ad una moltiplicazione degli stessi e mentre si sommano, si snodano in grovigli apparentemente inestricabili; nell’opera “Uroboro Train” il treno viene invece inghiottito in un vortice creato dal Uroboro, il serpente che si mangia la coda.
Il viaggio metaforico di Sfiggy giunge al capolinea. È più ricco di prima, rafforzato delle nuove esperienze vissute. Ora cosa aspettate?! Fatevi coinvolgere anche voi in questa splendida avventura!
Per maggiori informazioni visitate il sito della galleria BI-BOx Art Space.

Di treni, scambi e passaggi a livello

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *