Art

Un gioiello da soffitto

Posted on
ph. Santi Caleca

Michael Anastassiades, il designer londinese di origine cipriota, ha realizzato Arrangements un sistema di luci presentato in occasione dello scorso Euroluce – Salone del Mobile.Milano, in collaborazione con FLOS, azienda leader nel settore dell’illuminazione residenziale e architetturale di alta gamma. A metà tra un’opera d’arte e un oggetto di design, Arrangements è un sistema modulare di elementi geometrici luminosi a LED, combinabili tra loro in composizioni multiple di singoli chandelier. I moduli si fissano l’uno all’altro elettricamente e meccanicamente in modo semplice, adagiandosi in perfetto equilibrio e creando un effetto di catena luminosa. Per miart 2018 è stata creata un’installazione luminosa site-specific all’interno della Vip Lounge. Abbiamo quindi incontrato Mr. Anastassiades per chiedergli un paio di curiosità su questa magnifica opera, nata dall’altrettanto eccellente collaborazione con Flos.

Un gioiello da soffitto

Com’è nata la partnership con miart?

Sono stato invitato da Alessandro Rabottini – Direttore Artistico di miart – per realizzare un’installazione ad hoc per gli spazi VIP della fiera. Lui è convinto che i miei lavori siano perfetti per questo tipo di contesto, in quanto le mie opere sono capaci di superare le frontiere che si pongono tra l’arte e il design. Anche Miart sta cercando di rompere questi schemi, infatti ha inserito la sezione dedicata al design proprio all’interno della fiera.
Alessandro mi ha dato carta bianca, quindi ho pensato ad Arrangements, un progetto che ho realizzato per Flos, che è stato lanciato l’anno scorso in concomitanza col Salone del Mobile. Era davvero adatto a questo contesto, anche perché questo pezzo permette anche al fruitore finale di liberare la propria creatività. Arrangements è infatti composta da moduli che si possono combinare liberamente tra loro, creando il chandelier più adatto ai propri gusti.

ph. Santi Caleca
ph. Santi Caleca

Com’è nata l’idea di Arrangements?

Ho sempre pensato che ci fosse un parallelo tra il mondo del design e quello della gioielleria. Se guardi nel dizionario la definizione di “pendant” troverai due significati: uno indica il gioiello pendente che scende sul collo di chi lo indossa e l’altro designa un corpo illuminante che scende dal soffitto. I gioielli sono qualcosa che indossi, ma anche l’illuminazione ha un’importante relazione con il tuo corpo: sono questi i punti in comune tra il design e l’arte orafa, che mi hanno ispirato nella creazione di Arrangements.

Qual è la particolarità di questa lampada?

Questa lampada ha due facce: una è visibile quando è illuminata, quando con la sua luce è capace di creare un’atmosfera così particolare da cambiare lo scenario in cui è collocata; l’altra si manifesta quando è spenta – ovvero per la maggior parte del tempo – periodo in cui manifesta tutta la bellezza del suo design.

ph. Santi Caleca
ph. Santi Caleca
ph. Santi Caleca
ph. Santi Caleca
Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d'Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c'è niente che riguarda l'arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *