Design

Una visione innovativa dello spazio cucina

Posted on

Né macrosistema né semplice oggetto ma, piuttosto, complemento d’arredo: Unit offre un’innovativa visione dello spazio cucina, concepito a favore di una totale libertà compositiva, di un’estetica ben distinta e di un’inedita leggerezza derivante dall’industrializzazione degli elementi. Spicca il design, connotato dall’assenza di spigolosità e caratterizzato da dettagli decorativi che lo rendono perfettamente collocabile in un ambiente domestico all’insegna del calore e del comfort.

Nell’epoca dell’interconnessione globale che ci vede sempre più nomadi e partecipi del cambiamento, la progettualità esplora nuove strade, orientate a soluzioni flessibili, senza tempo, durevoli e di alta qualità. Da qui la volontà di Cesar di studiare un prodotto peculiare che riesca a integrarsi armonicamente con le collezioni precedenti. In primo piano la convivialità che, oggigiorno, è protagonista di spazi metropolitani ridotti o, al contrario, di ambienti estesi, in cui la cucina dialoga sinergicamente con il soggiorno.
L’ispirazione nasce dal mondo professionale. “Abbiamo pensato a Unit come a un progetto ponte – spiegano Cinzia Cumini e Vicente Garcìa – capace di collegare l’estetica cruda degli elementi professionali, che vivono essenzialmente per l’alta tecnicità, con forme più armoniche ed eleganti adatte all’home interior”.

Proprietà distintive di Unit sono la versatilità compositiva (è un progetto che muta la sua immagine a seconda delle finiture e del mood definito) e il richiamo ad un’estetica della memoria, tangibile nella morbidezza delle strutture, nel recupero dei materiali, nella finitura dell’anta e nella riconquista della maniglia. Quest’ultima ritrova il suo posto in cucina grazie a due modelli disegnati da Garcia Cumini: Shell, che reinterpreta la classica maniglia “a conchiglia” delle antiche credenze, degli archivi e dei banconi da lavoro, e Eero caratterizzata dall’eliminazione visiva dello spessore.

In completa armonia con l’obiettivo di versatilità strutturale, Unit si compone di soluzioni differenti con i vani Compart, l’anta Shaker e il tavolo Platform (in versione anche Piano Snack). Con un gioco di pieni e vuoti, i vani a giorno Compart sono infatti il risultato di un sapiente equilibrio tra leggerezza e solidità di volume. Integrati alle basi e alle colonne della struttura UNIT, i vani sono attrezzabili con portabottiglie e disponibili sia in laccato (nelle declinazioni laccato seta, laccato lucido e laccato strutturato) sia in essenza.

Le finiture in laccato e in essenza vengono riprese anche per il modello anta Shaker: un’anta con un telaio perimetrale di 1 cm, raffinata e personalizzabile grazie alle due possibili soluzioni di apertura push-pull o con maniglia.

Il tavolo Platform, infine, si presenta come perfetto elemento complementare di Unit, fruibile in quattro dimensioni. Ispirato alle aree di atterraggio poste sopra i moderni grattacieli, il piano in legno di Platform si caratterizza per le finiture in essenza, i bordi smussati e uno spessore sfuggente, sorretto da gambe rastremate in legno massello che poggiano su un piedino metallico.

Presente anche nella versione Piano Snack, nelle finiture in laccato seta e in essenza, il tavolo viene, in questo caso, fissato al top della struttura, mantenendo l’aspetto di una superficie fluttuante e confermando la sensazione di solida leggerezza che contraddistingue il progetto Unit.

Per maggiori informazioni: www.cesar.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *