Design

Very Wood – Intervista a Matteo Ragni

Posted on
Very Wood - Intervista a Matteo Ragni

Tra le belle proposte per l’arredo viste durante il Salone del Mobile, si sono distinte le collezioni di Very Wood, marchio Made in Italy che raccoglie una raffinata collezione di sedie, poltrone, divanetti e sgabelli per il mondo del contract. Abbiamo chiacchierato con il Direttore creativo Matteo Ragni, che ci ha parlato dell’azienda e delle sue ultime collezioni.

Com’è nata Very Wood?

Siamo un’azienda giovane, nata circa 7 anni fa dal Gruppo Gervasoni, che fa parte dell’Italian Design Brand. Il mio ruolo in Very Wood è cominciato 4 anni fa. È un’azienda molto bella perché è molto stimolante e permette di creare delle ottime sinergie, non solo con la parte tecnica, ma anche con quella creativa.
Questa azienda racconta un modo di fare tipicamente italiano, che mette al centro la cura del dettaglio assieme alla sartorialità, aspetto fondamentale per una realtà contract come la nostra. Queste sedute sono tutte customizzate, rappresentano la massima espressione della sartorialità italiana applicata al mondo del legno.

Very Wood - Intervista a Matteo Ragni

Ho visto che collaborate con nomi importanti nel mondo del design..

Quest’anno abbiamo diverse collaborazioni eccellenti, una è in itinere e la sveleremo prossimamente. Very Wood è una sorta di arcipelago, non è un’azienda con una direzione univoca; ovviamente c’è una visione comune, ma ognuno dei progettisti che vengono coinvolti, racconta la propria storia attraverso il fil rouge che gli unisce: il contract e il legno. Negli anni abbiamo collaborato con diversi designer come Marcel Wanders, Matteo Thun, This Weber che è un po’ il designer principe dell’azienda, perché sa interpretare molto bene l’attitudine al contract.

Come si può definire quest’ultima collezione?

In tre parole queste sedute sono confortevoli, hanno un giusto prezzo e poi sono piacevoli da vedere. Il contract impone che questi arredamenti non sporchino l’ambiente in cui vengono collocate. Sono resistenti belle e hanno uno stile sobrio. Si adattano bene a qualsiasi stile. Il loro segreto è quello di non invadere il territorio del progettista.

Very Wood - Intervista a Matteo Ragni

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *