Architecture

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

Posted on
I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

Si è appena conclusa la 4° edizione di ARCHMARATHON Awards. L’evento, svolto presso il Faena Forum di Miami dal 12 al 14 ottobre 2017, ha quest’anno focalizzato la sua attenzione sugli studi di architettura attivi negli USA, in Canada, in America Centrale e Latina.

I 44 studi di progettazione – selezionati da una prestigiosa giuria internazionale – sono stati invitati a raccontare il loro progetto di fronte ad un folto pubblico di architetti, developers e designers, provenienti da tutto il mondo.

I vincitori di ciascuna delle 8 categorie e l’overall winner, annunciati dalla Main Jury – composta da Luca Molinari, David Basulto, David Assael e Francisco Pardo e dalla Grand Jury – formata da Sebastian Salvat e Alejandro Paredes Fontanals – sono:

OVERALL WINNER

Rozana Montiel | Estudio de Arquitectura +Alin V. Wallach – Common Unit

Motivazione: Questo progetto ha risolto il problema della segregazione, trasformando i confini e i limiti in incontri e qualità della vita, creando un edificio comunitario.


MOVING

Infrastructure & Transportation \ Landscape & Open Spaces

Rozana Montiel | Estudio de Arquitectura +Alin V. Wallach – Common Unit

Motivazione: Questo progetto ha risolto il problema della segregazione, trasformando i confini e i limiti in incontri e qualità della vita, creando un edificio comunitario.


LIVING

Interior Design of Private Housing \ Architecture of Private Housing \ Residential Buildings

WORKac – Stealth Building

Motivazione: La materializzazione di un sistema rischioso che è adatto per il futuro dei centri storici densamente costruiti.


DREAMING

Art & Culture \ Education Buildings \ Civic & Community Architecture

SO-IL – Jan Shrem and Maria Manetti Shrem Museum of Art

Motivazione: Questo progetto mostra una forte relazione tra l’architettura e la comunità, diventando così un punto di riferimento locale attraverso una soluzione intelligente e semplice.


WORKING

Office Interior Design \ Office Architecture

Mallol Arquitectos – Mallol Design House

Motivazione: Questa soluzione architettonica sfida lo standard urbano e mostra come uno degli utilizzi alternativi del patrimonio preesistente possa trasformarsi in un hub pubblico.


CHILLING OUT

Bars & Restaurants \ Hotel & Leisure \ Commercial & Retail

Co – Lab Design Office – Tulum Treehouse

Motivazione: È un progetto pulito, attentamente eseguito, costruito in maniera ecologicamente consapevole con la collaborazione di artigiani locali con lo scopo di offrire una vivace fruizione.


CARING

Sport Centers \ Helthcare Centers \ Spa & Wellness Centers

CannonDesign + Neuf Architect(e)s – Centre Hospitalier de l’Université de Montréal (CHUM)

Motivazione: Un’area difficile e impegnativa assieme ad un programma complesso, si trasformano in un condensatore semplice, pubblico e aperto, che si prende cura della comunità.


VISIONING

Future Building \ Urban Planning

ELASTICOSPA+KFA – Maison Glacé

Motivazione: Questo progetto mostra un’innovativa e avanguardistica soluzione per le difficili condizioni climatiche, tenendo in considerazione dei drastici cambiamenti climatici del futuro.


RE-THINKING

Retrofitting & Refurbishment

Gonzalo Mardones Arquitectos – Totihue Chapel

Motivazione: Un simbolo perduto di una comunità è stato trasformato in un nuovo luogo d’accoglienza. La distruzione diventa un modo per generare nuove opportunità.

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

I vincitori di ARCHMARATHON Miami 2017

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *