Art

HO VISTO UN RE

Posted on
HO VISTO UN RE

Ho visto un re è una mostra promossa e realizzata dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale e Alcantara, organizzata presso le stanze dell’Appartamento del Principe, all’interno di Palazzo Reale.
L’esposizione, aperta gratuitamente al pubblico dal 20 Settembre al 23 Ottobre 2016, interpreta in chiave contemporanea l’atmosfera di uno spazio dalle forti connotazioni storiche. Ho visto un re presenta infatti delle opere realizzate ad hoc da 9 artisti internazionali provenienti da diversi mondi creativi. Un percorso di sperimentazione che si snoda intorno al materiale Alcantara e al contesto nel quale il progetto avviene. Gli artisti chiamati ad intervenire sono: Maurizio Anzeri, Arthur Arbesser, Paola Besana, Gentucca Bini, Matthew Herbert, Taisuke Koyama, Francesco Simeti, Adrian Wong & Shane Aspegren.

HO VISTO UN RE
Performance di Eloisa Reverie Vezzosi nella sala dedicata alle “Frange Reali” di Gentucca Bini

Il percorso espositivo si articola lungo le 10 stanze dell’Appartamento del Principe, nelle quali ogni artista dà vita ad una narrazione coerente e condivisa.
Il titolo Ho visto un re cita la celebre canzone di Enzo Jannacci: un brano ironico, una presa di posizione contro l’arroganza dei potenti. Con lo stesso spirito l’esposizione si riappropria di uno spazio che un tempo era destinato a pochi, restituendolo gratuitamente a tutti.
Re, principi, principesse e ranocchi, tutti rigorosamente vestiti e rivestiti in Alcantara, un’atmosfera magica che prende vita in uno dei luoghi più regali e suggestivi della città.
Per maggiori informazioni sulla mostra visitate il sito di Palazzo Reale.

HO VISTO UN RE

HO VISTO UN RE

Cristina Bigliatti
«Sono una persona profondamente superficiale» e «seguo sempre la cosa più facile, perché se è la più facile, allora è anche la migliore». Scrivo d’Arte contemporanea. Dici di non saperne nulla? «Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire». (Andy Warhol)

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *